DICONO DI NOI

Trecento cicli al minuto

Attualmente il mercato delle macchine termosaldatrici automatiche richiede quattro fondamentali requisiti: alte performance produttive, massima affidabilità, versatilità nel processare diversi e nuovi materiali, semplicità di uso e governo dell'impianto. La Saldoflex con gli ultimi modelli di macchine elettroniche Modula 2011 - Modula 2013 ha interpretato questi requisiti. Le performance produttive fanno riferimento ad una velocità massima di produzione pari a 300 cicli minuto. Questo acquista un particolare valore tecnologico se si considera che ciò vuol dire produrre ogni secondo ben 5 sacchetti, ogni secondo vengono cioè completati per 5 volte i cicli di avanzamento film-taglio-saldatura. Dalla esasperazione della velocità di produzione delle macchine discende il secondo requisito: affidabilità d'esercizio. La Saldoflex impiega per la costruzione, materiali, componentistica, automazione fornitori di elevato standard tecnologico e qualitativo, in grado di garantire massirne prestazioni nel tempo in termini di affidabilità, durata e manutenzioni ridotte.
La versatilità nel processare diversi tipi di materiali è assicurata sulle nuove termosaldatrici elettroniche della linea Modula 2011 - Modula 2013 dal tipo di saldante caratterizzato dalla possibilità di passare da saldatura per shopper e saldatura per piattina semplice bocca aperta, istantaneamente dall'una all'altra senza fermare la termosaldatrice e senza sostituire barre e fare regolazioni, ma semplicemente selezionando il tipo di saldatura da tastiera. II taglio, eseguito mediante lama da taglio a freddo, consente di processare in maniera identica i nuovi materiali tra loro diversi come mescola e spessori. E' particolarmente adatto per film di spessore sottile e a piu strati. Un ulteriore fattore di estrema versatilità èrappresentato dalla versione Combi della linea di termosaldatura che consente la possibilità di produrre sia sacchi shopper che sacchi a bocca aperta tipo block-notes fustellati a banana, sostituendo semplicemente i gruppi di lame del fustellatore.

Il dialogo operatore-macchina è immediato e semplice. Tutto e gestibile da tastiera e monitor del personal computer che sovraintende e controlla tutta l'automazione della saldatrice. Interessante in particolare la possibilità di visualizzare e consultare il manuale di uso e manutenzione con tutti i relativi disegni e tutti i particolari e componenti per la identificazione anche di parti di ricarnbio. In cave di allarmi (ne sono previsti attualrnente circa un centinaio) è possibile oltre che avere in chiaro un messaggio descrittivo e dettagliato vedere la foto della parte della macchina ove si e verificato l'allarrne. Lo sviluppo della tecnologia delle macchine termosaldatrici della serie Modula 2011 e Modula 2013 ha consentito alla Saldoflex di offrire sul mercato impianti tecnologicamente avanzati, completi di molteplici soluzioni innovative sviluppate anche con la fattiva e costante collaborazione di numerosi clienti ad alta fidelizzazione.

Citiamo solo a titolo di esempio alcune caratteristiche fondamentali:

  • spalle in fusione di ghisa
  • lama da taglio a freddo dentate a scomparsa montata nella parte inferiore saldante (taglio a scomparsa)
  • calandre con anima interna in fibra di carbonio con cave allineate
  • banchina di impilamento ad abbassamento proporzionale allo spessore della mazzetta
  • barre rotanti della gabbia separatrice sacchetti in fibra di carbonio
  • convogliatori con rulli alluminio completi di motorizzazione e guide film per ciascuna pista
  • compensazione tacche su film stampato motorizzato a controllo remoto
  • dispositivo completamente automatico per il cambio automatico lunghezza sacchetto
  • quota di fustellatura
  • possibilità di salvare tutti i parametri per ciascuna commessa in lavorazione. Sara poi possibile richiamando la commessa, reimpostare tutti i parametri per le regolazioni della saldatrice automaticamente.